Gian Carlo Giuliani (gc.giuliani@redesco.it)

 

Applicazione dell’isolamento sismico ad un centro commerciale in Nicosia (Cipro)

 

Nell’ambito dell’incarico per la progettazione strutturale per il centro commerciale Shacolas Park in Nicosia è emersa la convenienza diretta (risparmio di prezzo per materiali e per costruzione) ed indiretta (salvaguardia del contenuto) dell’isolamento sismico dell’edificio che si sviluppa in elevazione per due piani, fino all’altezza di 12.80 m al di sopra del posteggio interrato; il risultato è particolarmente interessante anche in relazione al valore limitato a 0.10 della PGA (accelerazione spettrale di progetto a/g = 0.25).

Le dimensioni in pianta dell’edificio sono 224 m in lunghezza e 90 m in larghezza e la maglia strutturale è 16x10 m, realizzata con schema a telaio con struttura composita in acciaio (travi principali e secondarie e colonne) e calcestruzzo (soletta su lamiera grecata). La configurazione planimetrica dei piani comprende grandi vuoti in corrispondenza dei lucernari delle scale mobili e dei principali percorsi pedonali del 1° piano che si affacciano sul piano terreno sottostante; per limitare gli spostamenti di interpiano, presenti anche nella struttura isolata, sono inseriti controventi con schema reticolare.

La superficie totale del complesso che si estende su 3 impalcati è pari a 60480 m2 mentre il volume è pari a 774200 m3.

Sfruttando la capacità di assorbimento degli spostamenti di origine termica e reologica insito nell’isolamento, l’edificio è stato suddiviso in due corpi aventi dimensioni in pianta 112x90 m; gli isolatori sono stati posizionati all’intradosso dell’impalcato del piano terreno, alla sommità di colonne in calcestruzzo incastrate in fondazione ed inserite nel posteggio sotterraneo.

Le sezioni longitudinale di una parte di edificio e trasversale dell’intero corpo di fabbrica sono riportate nella figura allegata.

Gli isolatori sono protetti dall’incendio sia dall’impianto sprinkler posto a presidio del posteggio sia con avvolgimento in lana di roccia.

Con tale disposizione altimetrica del sistema di isolamento, tutti i mezzi di trasporto delle persone dal posteggio al piano terreno sono appesi a tale piano e quindi sono previsti opportuni giunti pedonabili mobili per l’accesso.

Il “fail safe system” è realizzato con respingenti emisferici in gomma ed acciaio che entrano in contatto con ritegni fissi in calcestruzzo quando è esaurito lo spostamento massimo consentito agli isolatori.

I parametri dell’isolamento di progetto sono:

            periodo 2,43 s

            spostamento massimo di progetto corrispondente a 120 mm

            totale taglio alla base per un edificio 12500 kN.

Sono impiegati isolatori con mescola dura (G=1.4 N/mm2) con diametri differenziati (da 800 a 400 mm) in relazione ai carichi verticali sopportati; il numero totale è 164 mentre i respingenti di diametro 500 mm sono 32 in totale.

I carichi utili sui 3 impalcati sono pari a 4.0 kN/m2 per la quota permanente e di 5.0 kN/m2 per la quota accidentale; l’incidenza della struttura in acciaio (comprensiva di piastre e bulloni) è pari a 60.5 kg/m2 da confrontare con quella pari a 109 kg/m2 della soluzione non isolata.

Il progetto architettonico è della soc. Maratheftis-Yiannouris Architects and Engineers di Nicosia, il progetto strutturale è della soc. Redesco srl/Studio Giuliani di Milano; la costruzione è attualmente in fase di appalto.