AI SOCI DEL GLIS

Care amiche, cari amici,

come avevo annunciato nella nostra rubrica del numero di marzo di 21mo Secolo – Scienza e Tecnologia, l’attuale associazione GLIS, su mandato del suo Consiglio Direttivo e della sua Assemblea Generale, sarà da me chiusa a breve, dato che sono terminate le attività ad essa affidate dal Comune di Avezzano, riguardanti l’analisi della vulnerabilità sismica della scuola Corradini-Fermi. Queste attività sono consistite, nello scorso trimestre, nella stesura e nella fornitura al Comune, da parte mia, della prevista relazione, e (a seguito dell’approvazione di tale relazione) nell’emissione della fattura elettronica da parte del GLIS, che è stata rapidamente pagata dal Comune. Inoltre, l’ANTEL ha recentemente approvato, come si era auspicato, l’istituzione di una sua commissione sui sistemi e sulle tecnologie antisismici (che manterrà, nella sua denominazione, il nome ormai storico di “GLIS”), nonché l’apertura di un conto corrente, intestato all’ANTEL, ma dedicato specificatamente alla nuova commissione (come da me richiesto).

 

Resta da sistemare, da parte mia, il bilancio dell’attuale GLIS, con gli ultimi pagamenti previsti ed il trasferimento, al conto corrente della nuova commissione dell’ANTEL, della somma che resterà disponibile, una volta chiuso il conto corrente dell’attuale GLIS.

 

Questo pagamento sarà effettuato come contributo per l’organizzazione di eventi da parte della nuova commissione (quindi, sarà esente IVA). Ciò è possibile, in accordo con quanto previsto dallo statuto dell’attuale GLIS, perché l’ANTEL è un’associazione senza fini di lucro. La voce suddetta entrerà a far parte del bilancio previsto per la nuova commissione, che sarà poi integrato nel bilancio generale dell’ANTEL.  Successivamente, la nuova commissione provvederà a restituire all’ASSISi la somma di sua spettanza, ora “ospitata” nel conto corrente dell’attuale GLIS (anche questo pagamento sarà effettuato come contributo per l’organizzazione di convegni). Tale somma è già interamente disponibile.

 

I soci dell’attuale GLIS, una volta accettato lo Statuto dell’ANTEL ed il Regolamento della nuova commissione (si veda oltre), potranno aderire alla nuova commissione, divenendo soci della stessa ANTEL. La quota associativa annuale dell’ANTEL è e resterà maggiore di quella del GLIS. Pertanto, per ogni socio, la nuova commissione (qualora sia essa ad incassare le quote associative) verserà una somma di 25 euro alla Segreteria Nazionale dell’ANTEL e la parte restante resterà sul conto corrente “dedicato” alla commissione. Analogamente, qualora sia l’ANTEL ad incassare le quote associative, essa tratterrà 25 euro sul conto della segreteria nazionale e verserà il resto nel conto corrente della nuova commissione (è  auspicabile che i soci scelgano la prima soluzione).

 

Il conto dedicato alla nuova commissione sarà utilizzato per:

·      la promozione e l’effettuazione di convegni, seminari ed esposizioni;

·      attività di comunicazione attraverso i media;

·      attività di studio;

·      eventualmente, l’iscrizione all’ASSISi (con una maggiorazione da definirsi in accordo con la stessa ASSISi) dei soci della commissione che intendano pagare la suddetta quota attraverso di essa (usufruendo, così, del piccolo sconto già previsto dall’attuale GLIS);

·      il pagamento della quota annuale di adesione della commissione all’ASSISi, quale “corporate member” (così come è stato sino ad ora per l’attuale GLIS).

 

Per verificare la disponibilità degli attuali soci del GLIS ad aderire alla nuova commissione, sarà convocata, come previsto, una riunione dell’Assemblea Generale GLIS. Una volta attivata la nuova commissione, l’Arch. Pentassuglia ed io, eventualmente con la collaborazione di altri soci, ne scriveremo un Regolamento specifico (che non sia in contrasto né con lo statuto dell’ANTEL, né con il regolamento generale delle commissioni), prendendo come riferimento lo statuto dell’attuale GLIS; il suddetto regolamento sarà sottoposto all’approvazione dell’ANTEL e dei soci della nuova commissione. Questi ultimi provvederanno anche ad eleggere i nuovi organi direttivi della commissione (coordinatore, vice coordinatore/i ed altri membri del Consiglio Direttivo), ed a comunicarli al Segretario Generale dell’ANTEL. Entreranno a far parte del Consiglio Direttivo della commissione anche un consigliere designato dall’ANTEL ed il rappresentante della commissione nel Consiglio Nazionale dell’ANTEL.

 

In attesa dell’elezione dei membri del suo Consiglio Direttivo, la nuova commissione sarà da me coordinata. Farò poi parte del Consiglio Nazionale dell’ANTEL come invitato permanente, fungendo da collegamento tra la commissione e la Segreteria Generale. Qualora io risulti impossibilitato a continuare a ricoprire tale incarico, la commissione designerà un suo nuovo rappresentante nel Consiglio Nazionale dell’ANTEL.

 

La nuova commissione resterà Sezione Territoriale Italiana dell’ASSISi, cioè denominata (in ambito ASSISi) “GLIS – Italian Territorial Section”, e (una volta pagate le quote associative previste dall’ASSISi) resterà “corporate member” dell’associazione internazionale (si ricorda che l’attuale GLIS aveva contribuito a promuovere la fondazione dell’ASSISi nel 2002). Ciò permetterà alla nuova commissione di “ereditare”, dall’attuale GLIS, tutte le sue connotazioni e relazioni di carattere tecnico-scientifico a livello internazionale.

 

Un caro saluto a tutte/i,

 

Alessandro Martelli, Ph.D.

Presidente GLIS, Vice-Presidente ASSISI

 

Anche per conto dell’Arch. Giuseppe Pentassuglia,

Consigliere Nazionale e Responsabile della Commissione Comunicazione e  Digital Strategy dell’Associazione Nazionale Tecnici Enti Locali (ANTEL); membro del Consiglio Direttivo GLIS

 

P.S.: Dato che il conto corrente dell’attuale GLIS è in fase di chiusura (lo sarà, se sarà possibile – cioè compatibilmente con i tempi necessari per l’apertura , da parte dell’ANTEL, del conto corrente dedicato alla sua nuova Commissione “GLIS” –, pochi giorni dopo la fine della settimana prossima), invito coloro che non sono ancora in regola per il 2017 (cioè che ancora devono all’attuale GLIS 80 euro per quelli in regola per il 2016 e 150 euro per gli altri, essendo ormai passata la data di fine aprile entro la quale la quota era di 70 euro, per i soci in regola per il 2016) a  non fare  versamenti delle loro quote di adesione al GLIS e/o all’ASSISi, a partire da fine della settimana prossima (16 giugno). Invito, pertanto, i soci non ancora in regola ai quali  non è possibile pagare dette quote entro la data suddetta, ad attendere informazioni sul conto corrente della nuova commissione “GLIS” dell’ANTEL e sull’entità delle quote di adesione che saranno ad essa dovute: aumenteremo leggermente le quote di adesione alla nuova commissione “GLIS” dell’ANTEL, dato che quelle attuali  (che, come si è ricordato sopra, per i soci in regola per il 2016, sono di 70 euro per i pagamenti effettuati entro la fine di aprile e di 80 euro per quelli effettuati dopo tale data) sono ormai “ferme” da tempo!